Newsletter Marzo 2011

 

Poche parole, guardando alla prossima scadenza dell’8 marzo. Parole di un genio adeguate al momento che stiamo vivendo, e nelle quali ci riconosciamo pienamente: «Sono stato impressionato con l'urgenza del fare. Conoscere non è abbastanza: dobbiamo applicare. Essere disposti non basta: dobbiamo fare» (Leonardo Da Vinci).

Dedicato a tutte noi, con l’augurio che il tempo prossimo ci veda sempre più capaci di agire e consapevoli nel farlo.
Simonetta Tregnago, presidente Commissione regionale Pari Opportunità

IN EVIDENZA
Occupazione femminile in Veneto: un rapporto ne scatta la fotografia

Ha di recente preso il via l‘elaborazione del rapporto “Il lavoro delle donne in tempo di crisi”, promosso dalla Commissione regionale Pari opportunità e curato da Veneto Lavoro. L’obiettivo è valutare con un’ottica di genere, la situazione dell’occupazione veneta, e individuare quali percorsi e servizi siano da qualificare per meglio rispondere alle esigenze dei target in difficoltà. Il progetto si svolge in tre fasi: la prima, ricognitiva, vuole ricostruire il quadro occupazionale regionale dal punto di vista quantitativo e qualitativo; la seconda indaga il ruolo della formazione come strumento per ricollocare le lavoratrici per ridurre il rischio di disoccupazione; la terza, infine, valuta l’effetto sinergico degli attori sociali come facilitatori di interazione nelle reti locali per veicolare la domanda di lavoro ed evitare la dispersione dei patrimoni professionali delle donne. A inizio estate, il rapporto e le indicazioni emerse saranno al centro di una tavola rotonda e poi pubblicati in un volume.


Nominate le nuove consigliere provinciali di parità per Treviso, Padova e Vicenza
Stefania Barbieri per Treviso, Michela Mainardi per Padova, Grazia Chisin per Vicenza sono le neonominate consigliere di parità di queste province. A loro, che hanno il compito di promuovere e controllare l'attuazione dei principi di uguaglianza di opportunità e non discriminazione per donne e uomini nel lavoro (anche segnalando all’autorità giudiziaria i reati di cui vengono a conoscenza), l’augurio di buon lavoro da parte della Commissione regionale e l’auspicio che si possa bene lavorare insieme per gli obiettivi comuni.


Premiazione al Quirinale delle scuole vincitrici del concorso “Donne per le donne”
Si svolgerà proprio l'8 marzo 2011 al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e del ministro Mara Carfagna, la premiazione del concorso “Donne per le Donne”, indetto dal MIUR, sotto l’Alto patronato della Presidenza della Repubblica, e rivolto alle studentesse e agli studenti di scuola di ogni ordine e grado. La quarta edizione, dal titolo “Centocinquanta anni di contributi delle donne alla costituzione della Nazione, dello Stato, della Democrazia”, ha visto i ragazzi impegnati nella produzione di un’opera di carattere storico- documentale o artistico-espressivo per celebrare l’anniversario della nascita della Repubblica. La Commissione giudicatrice è composta da undici esperte, tra cui Simonetta Tregnago presidente della Commissione regionale Pari opportunità.

Istituita la Commissione P.O. del Comune di Salizzole (Verona)
È stata tenuta a battesimo, lo scorso 20 febbraio 2011, dal presidente della Provincia di Verona, dal sindaco e assessore alle PO di Salizzole, dalla presidente e vicepresidente della Commissione provinciale P.O. e da Simonetta Tregnago, presidente della Commissione P.O. della Regione Veneto, la nuova Commissione Pari Opportunità del Comune di Salizzole (Verona). Un pomeriggio ricco di riflessioni, in cui è emerso il desiderio comune di lavorare insieme. Prossimo appuntamento pubblico il 12 marzo alle ore 21.00 con lo spettacolo “W l’Italia. W le italiane!”, promosso dall’Assessorato alle pari opportunità in collaborazione con la Compagnia teatrale Neverland e l’Accademia musicale Tomaso da Vico. Un omaggio all’Unità d’Italia e a tutte le donne italiane.


ALTRE NEWS
NO alla pubblicità offensiva contro le donne
È stato siglato un protocollo d’intesa tra il Ministero per le Pari opportunità e l’Istituto di autodisciplina pubblicitaria per il ritiro della pubblicità su carta stampata o in tv, se offensiva e svilente per la donna, ovvero ad alto contenuto violento o sessista. Il protocollo prevede l’intervento diretto dell'Istituto di autodisciplina : «Non si tratta di mettere in campo o prevedere alcuna forma di censura – ha detto il ministro Mara Carfagna –, che sarebbe in palese contrasto con la nostra Costituzione, ma non possiamo tener conto dell’esigenza di mettere un freno alla giungla». Le segnalazioni di pubblicità offensive possono essere inviate all’indirizzo mail serep@pariopportunita.gov.it.


L’impegno dell’Italia per i bambini contesi
Presentati di recente i primi risultati dell’attività della “task force” sulla sottrazione internazionale dei minori, gruppo di lavoro che coinvolge dal 2009 i Ministeri Affari Esteri, Interni, Giustizia e il Dipartimento per le Pari opportunità. Nonostante il dato sconfortante dei casi triplicati in 10 anni per un totale di 266 bambini contesi nel 2009, fanno ben sperare i numeri del 2010 con 242 casi di cui 91 si sono risolti positivamente, contro i 70 dell’anno precedente. Non si tratta di paesi lontani: nel 2010 il 56% dei casi riguardava l’Unione europea. Per far fronte al fenomeno, l’Italia ha avviato una collaborazione con Telefono Azzurro, istituendo un numero verde, attivo 24 ore su 24, per segnalare episodi di scomparsa di minori: 11 60 00. E ancora, è stata pubblicata una guida per i genitori che contiene consigli utili per chi si trovasse a vivere un caso di sottrazione.


La Cassazione si esprime sull’adozione da parte dei single
Sempre in tema di minori, la Corte di Cassazione con sentenza n. 3572 chiede al Parlamento di provvedere ed ammettere, in alcune circostanze, l’adozione di minore da parte di una singola persona. L’Italia, infatti, non ha ancora una legge che lo permetta, nonostante la Convenzione di Strasburgo sui fanciulli, che delinea le linee guida in materia di adozione, non lo vieti. La sentenza nasce dalla convalida, in forma mite, dell’adozione di una bambina russa da parte di una single genovese.


Discriminazioni. Un progetto UNAR
È stato presentato il progetto dell’Ufficio nazionale Antidiscriminazioni razziali del Dipartimento per le pari Opportunità (Presidenza del Consiglio dei ministri) dal titolo “Progress - Reti territoriali contro le discriminazioni”, finanziato dalla Commissione Europea. Molto ricca la progettualità: si va da incontri tra parti sociali e aziende a una ricerca che indaga le difficoltà nell’accesso agli alloggi pubblici e privati per capire i problemi dei soggetti più esposti alla discriminazione. E ancora, un concorso fotografico per giovani sul tema della diversità e accordi con gli enti locali per creare reti di tutela e assistenza alle potenziali vittime di razzismo.


Consiglio d’Europa: verso la prima convenzione sulla violenza contro le donne
Elaborata dal Comitato ad hoc sulla prevenzione e il contrasto alla violenza contro le donne e alla violenza domestica (acronimo in inglese CAHVIO), la prima convenzione in materia, che considera la violenza nei confronti delle donne come una delle più gravi violazioni dei diritti umani: il testo è stato formalizzato e trasmesso al Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa (www.coe.int). L’attività del CAHVIO, istituito dal
Consiglio d'Europa, è iniziata nell’aprile 2009.

La Campagna del Millennio e il concorso “Women Make It Happen!”
In occasione dell’8 marzo, giornata internazionale delle donne, la campagna del millennio dell’ONU lancia un concorso per individuare le donne che nel mondo hanno contribuito con la propria vita agli “obiettivi del millennio” e hanno ispirato cambiamenti positivi nelle loro città e comunità locali. Quali sono questi obiettivi? Sradicare la povertà estrema e la fame, garantire l’educazione primaria universale, promuovere la parità dei sessi e l’autonomia delle donne, ridurre la mortalità infantile, migliorare la salute materna, combattere l’HIV/AIDS, la malaria ed altre malattie, garantire la sostenibilità ambientale, sviluppare un partenariato mondiale per lo sviluppo. Per partecipare basta inviare, entro l’8 marzo, la foto della donna che si intenda candidare, anche non famosa a livello mondiale, alla mail info@endpoverty2015.org e indicarne la motivazione. Saranno selezionate cinque donne, in base alla storia e alle motivazioni: la loro foto sarà inserita nel sito e nella pagina Facebook della campagna di cui diventeranno i “volti”.

VI SEGNALIAMO

Denunciare la violenza, una conferenza sul tema
“La violenza alle donne: analisi e spunti di riflessione”: una conferenza sul tema martedì 8 marzo alle ore 20.45, presso la Casa del Popolo di Frassinelle Polesine (Rovigo). Tra gli obiettivi la sensibilizzazione della cittadinanza sul fenomeno della violenza sulle donne e sul basso tasso di denuncia di questi reati; intervengono rappresentanti degli enti locali, operatori delle forze dell’ordine e l’assessore regionale alle Pari opportunità Maria Luisa Coppola.

“Storie di donne”: quattro giorni per celebrare la loro festa
Da martedì 8 a venerdì 11 marzo, in programma a Villafranca di Verona quattro serate per rendere omaggio all’universo femminile: “Storie di donne”, promosso dall’Assessorato comunale alle Pari opportunità, con il contributo della Regione del Veneto, il patrocinio della Provincia di Verona, la collaborazione del Comitato Pari opportunità del Comune di Villafranca e dal Comitato Pari opportunità del Comune di Verona. Tutti gli appuntamenti sono alle 20.45 nell’Auditorium comunale (piazza S. Francesco, vicino al Castello Scaligero). Oltre agli eventi teatrali (www.comune.villafranca.vr.it), mercoledì 9 marzo il convegno “Donne sulla scena pubblica: politica e immagine” che si inserisce nel progetto “VIP-la Violenza, l’Immagine, la Politica nel mondo femminile” della Regione del Veneto; accanto ai saluti istituzionali gli interventi di Simonetta Tregnago, presidente Cpo, e dello psicologo Paolo Crepet.

Conselve premia le donne
Sabato 12 marzo alle ore 15.00, a Conselve (Padova), presso la sala consiliare di Palazzo Zen (piazza XX Settembre, 32), consegna di riconoscimenti ad alcune donne della comunità conselvana che si sono particolarmente distinte in ambito sociale, economico e culturale. Durante la manifestazione, che sarà occasione di confronto e di scambio generazionale di esperienze, intermezzi musicali ispirati al tema della femminilità.

Donne e libri: viaggio nella letteratura femminile
Continua il ciclo dedicato alla produzione letteraria femminile organizzato dal Comitato intercomunale per le Pari opportunità dei Comuni polesani di Costa di Rovigo, Arquà Polesine, Frassinelle e Villamarzana. Sabato 12 marzo alle ore 20.45, presso il centro culturale “M.V. Rossi” (piazzale san Benedetto) di Costa di Rovigo, presentazione dei libri “Porto il velo, adoro i Queen” di Sumaya Abdel Qader e “L’Iran s-velato” di Sara Hejazi. Le giovani scrittrici saranno presenti all’incontro e guideranno un dibattito sui temi dell’immigrazione e della multiculturalità.

“Itinerari d’arte Fidapa” a Padova: al centro le donne
Fino a sabato 12 marzo, presso la “Galleria la Rinascente” a Padova (piazza Garibaldi), una mostra collettiva di opere pittoriche, grafiche, fotografiche, d’artigianato e poesia realizzata da artiste della “Federazione Italiana donne arti professionali affari”. L’evento è promosso dall’associazione FIDAPA e dall’Assessorato alla Cultura del Comune.

¡Que Viva Frida!
Venerdì 25 marzo la compagnia teatrale Teatro a Sudest mette in scena “¡Que Viva Frida!”, uno spettacolo sulla pittrice messicana Frida Kahlo, figura femminile che ha lasciato un importante segno nella storia della cultura e nel difficile percorso di affermazione sociale della donna. L’appuntamento è alle ore 21.00, presso la sala civica “Unione Europea” (in via Mazzetto) del Comune di Ponte San Nicolò, a Padova.



Data ultimo aggiornamento: 11/09/2013

Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html