vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 2006 del 16/12/2018

I COMPLIMENTI DEL PRESIDENTE ZAIA A FEDERICA PELLEGRINI PER LA SUA 50.a MEDAGLIA INTERNAZIONALE: “IL VENETO E I VENETI ORGOGLIOSI DI TE”

16/dic/2018 | Così il presidente della Regione, Luca Zaia, saluta la cinquantesima medaglia internazionale conquistata da Federica Pellegrini: uno splendido bronzo ottenuto nuotando una grande frazione a stile libero con la staffetta 4x100 mista femminile azzurra ai mondiali in vasca corta di Hangzhou, in Cina.

Notizia n. 2005 del 16/12/2018

METEO. ATTENZIONE PER NEVE E GELATE FINO MARTEDÌ MATTINA 18 DICEMBRE

16/dic/2018 | meteo veneto attenzione neve gelate

Notizia n. 2004 del 16/12/2018

DANNI MALTEMPO MONTAGNA. BOTTACIN AL PD: “LA REGIONE HA APERTO 160 CANTIERI, GIUDICHINO I CITTADINI”

16/dic/2018 | Lo chiede l’assessore regionale all’ambiente e alla specialità di Belluno, Gianpaolo Bottacin, commentando le dichiarazioni del consigliere Graziano Azzalin, che accusa la Giunta Zaia di non aver reagito efficacemente alla situazione calamitosa provocata dal maltempo che ha colpito la montagna veneta lo scorso fine ottobre

Notizia n. 2003 del 15/12/2018

PUNTUALIZZAZIONE DELL’AVVOCATURA REGIONALE SU PROCESSO BANCA POPOLARE DI VICENZA

15/dic/2018 | In merito al rigetto dell’istanza di costituzione di parte civile della Regione del Veneto nel processo per il danno ai risparmiatori della Banca Popolare di Vicenza, l’Ufficio stampa della Giunta diffonde una puntualizzazione dell’Avvocatura regionale

Notizia n. 2002 del 15/12/2018

OSTACOLO AL DIRITTO INTERRUZIONE GRAVIDANZA: A CONCLUSIONE INDAGINI PRELIMINARI RITENUTO SUSSISTENTE REATO DI DIFFAMAZIONE AGGRAVATA AI DANNI DEL SERVIZIO SANITARIO VENETO

15/dic/2018 | La Procura della Repubblica del Tribunale di Venezia ha concluso le indagini preliminari del procedimento penale n. 2125/18 R.G.N.R., relativo alle accuse di disservizio e di ostacolo al diritto ad interrompere la gravidanza che erano state mosse, tramite gli organi di stampa, contro il Servizio Sanitario Locale Veneto. Il Pubblico Ministero ha ritenuto sussistente il reato di diffamazione aggravata commesso da Fulgenzi Paola, e Moccia Marquidas, entrambe sindacaliste della CGIL, a cui è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, assieme all’avviso di garanzia.

SCUOLA SICURA VENETO. BOTTACIN: "ESERCITAZIONE RODATA CHE HA SEMPRE RACCOLTO CONSENSI UNANIMI"

Comunicato stampa N° 474 del 16/04/2018
 (AVN) – Venezia, 16 aprile 2018
 
"Siamo ormai al terzo anno di un format che, finora, ha raccolto unanimi consensi sia tra le amministrazioni coinvolte che tra le scuole, intese sia come insegnanti che come alunni", a dirlo è l'assessore regionale alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin in replica alle osservazioni negative di un genitore di Creazzo, che ha segnalato il trauma psicologico della figlia nel non aver colto che si trattava di un'esercitazione. 
 
"Ovviamente spiace per la segnalazione ricevuta – aggiunge - e in tal senso cercheremo di assicurare che per le prossime tappe venga assicurata ancora maggior informazione preventiva, ma il fatto che finora, dopo decine di esercitazioni svolte e molte migliaia di bambini coinvolti, vi sia stata solo la voce di un genitore dissonante testimonia che l'organizzazione viene predisposta con tutti i crismi. In tal senso anche il sindaco ci ha scritto per ringraziare per l'ottima riuscita dell'evento". 
 
"Trattandosi di un esercitazione - prosegue Bottacin - non tutti gli elementi possono essere svelati, ma ovviamente nessun dettaglio relativo alla sicurezza è lasciato al caso. Circa il fatto che non si sapesse invece che si trattava di un esercitazione va da sé che appare quanto meno strana tale affermazione in quanto non solo le scuole avvisano le famiglie, non solo ad adiuvandum anche la stampa viene avvisata delle esercitazioni e del programma di svolgimento in maniera preventiva affinché sia data comunicazione anche alle realtà locali che trattasi di un esercitazione e non si creino equivoci nella popolazione, ma soprattutto durante le esercitazioni agli alunni viene prima spiegato il modo di comportarsi in caso di incendio e sisma e poi si simula l'evento, quindi sapendo coscientemente che si tratta di esercitazione e non di un evento reale".
 
"Nel caso di Creazzo, come peraltro in generale nelle altre realtà in cui si è  svolta Scuola Sicura - conclude Bottacin - ai genitori era stata data anche preventiva comunicazione sul diario che ci sarebbe stato l'evento in settimana, il comune aveva pubblicato la notizia sul sito dell'ente e durante le settimane precedenti nelle scuole erano state fatte specifiche verifiche e prove affinché fosse tutto sotto controllo. In particolare, l’ultima il 5 aprile con tutti i soggetti coinvolti. Successivamente, è stata fatta dalla scuola una riunione interna con gli insegnanti e il giorno prima dell’evento programmato è stata fatta anche una piccola pre-esercitazione proprio perché risultasse  organizzato al meglio".


Data ultimo aggiornamento: 16/04/2018

gianpaolo bottacin scuole protezione civile