Modifica dei requisiti per l’accesso agli alloggi di edilizia residenziale pubblica per i cittadini stranieri (l.r. n. 10/1996, articolo 2, comma 1, lettere a bis), a ter), a quater), a quinquies).

Al fine di adeguare la normativa regionale alle disposizioni dell’Unione europea (Direttiva 2003/109/CE) con l’articolo 13 della legge regionale n. 55 del 31 dicembre 2012 (in vigore dal 1° gennaio 2013) è stata apportata una modifica ai requisiti per l’accesso agli alloggi di edilizia residenziale pubblica previsti alla lettera a), comma 1, articolo 2 della legge regionale n. 10 del 2 aprile 1996.
 
In base alle nuove disposizioni, possono partecipare al bando di concorso per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, in condizioni di parità con i cittadini italiani, gli stranieri in possesso di uno dei seguenti requisiti:
- cittadini di stati appartenenti all’Unione europea regolarmente soggiornanti in Italia e i loro familiari conviventi; 
- titolari di un permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
- titolari dello status di rifugiato e dello status di protezione sussidiaria;
- stranieri regolarmente soggiornanti in possesso di permesso di soggiorno almeno biennale e che esercitano una regolare attività di lavoro subordinato o autonomo.
 
 
Per informazioni:
Posizione Organizzativa Osservatorio Casa-coordinamento FSA-piani di vendita, bilancio e controllo di gestione
Dott.ssa Doni Reiana
Tel. 041/279.2462
e-mail: edilizia@regione.veneto.it
 


Data ultimo aggiornamento: 16/12/2016